Accedi al tuo account

Se sei già registrato accedi al tuo account con le tue credenziali.

Registrati

Creare un account è semplicissimo. Grazie al tuo account potrai monitorare la consegna dei tuoi acquisti, gestire i tuoi dati personali, beneficiare di offerte esclusive e molto altro.

Crea il tuo account
close

risultati ricerca

close
Il carrello è vuoto

Cosa facciamo

Di Carlo Wine Store

Attraverso questa piattaforma la famiglia Di Carlo propone la vendita delle proprie produzioni e non solo .

Una occasione unica per arricchire la vostra esperienza sensoriale di vini provenienti da vitigni classici, storici e biologici, oltre che da prodotti che rappresentano l’eccellenza delle produzioni agroalimentari del made in Italy - selezionati accuratamente per voi.

Vi aspettiamo in Abruzzo per farvi visitare le nostre Cantine in Bio-Architettura, i Vigneti Bio-Dinamici-Energetici e il ristorante “Villa Fania” dove potrete degustare e assaporare piatti di terra e di mare rivisitati in chiave moderna.

 

AGRIVERDE - cantine 

I vini Agriverde divulgano la cultura del “terroir” che fonde il concetto di Clima, Geologia, Topografia e Suolo. Il recupero dei lieviti naturali, uscendo dagli standard dei lieviti aromatici, conferisce ai vini il gusto intimamente legato al territorio, restituendo centralità all’elemento naturale e alle caratteristiche del “terroir” di appartenenza, inoltre il lavoro sulle basse rese, le vinificazioni senza aggiunte e le leggere filtrazioni ci permettono una maggiore sicurezza sul fronte della “NON SOLFOROSI”.

La cantina AGRIVERDE, strutturata per emulare il paesaggio circostante, tra cielo e mare - è stata progettata e costruita secondo i principi della Bio-Architettura ed è stata la prima in Italia ad applicare questo concetto architettonico.

I materiali naturali e le forme evocano le onde del mare e il saliscendi delle colline mediante tecniche e concezioni visive che sono in perfetto equilibrio tra l’avveniristico e il tradizionale.

Legno, acciaio e vetro sono solo alcuni degli elementi che compongono la costruzione. Vernici e colle sono tutte naturali ed ecocompatibili. Gli impianti elettrici sono schermati contro i campi magnetici.

Il piano sotterraneo ospita sale climatizzate che racchiudono la bottaia, il cuore della cantina, con barriques e tonneau per il riposo e la maturazione dei vini. L’alta tecnologia impiegata ci garantisce il controllo assoluto su ogni fase produttiva.

Lo stoccaggio in celle termo-condizionate consente ai vini di ottenere il massimo della qualità durante il periodo di affinamento in bottiglia fino alla vendita.

VIGNAMADRE - azienda

I vini Vigna Madre nascono dal recupero di terreni vocati alle produzioni di qualità superiore; un’operazione di recupero agricolo che con la collaborazione dei nostri tecnici si è svolta nell’ottica del massimo rispetto dei suoli e del suo rinvigorimento naturale su molti vitigni autoctoni del territorio nazionale.

Il marchio Vignamadre interpreta il DNA autentico, vivo e selvatico di ogni vino attraverso una cura costante e maniacale dalla vigna alla cantina.


Considerare l’azienda come anello di congiunzione tra l’uomo e l’ambiente, seguire le sperimentazioni per la tutela e la fertilità viva dei suoli, le coltivazioni bio-etiche e sostenibili, osservare le fasi lunari e planetarie durante le operazioni colturali, selezionare sempre il meglio in tutto: su questi principi e non solo, si fonda il nostro modo di essere “Vignaioli”, principi che per noi rappresentano fin dal 1991 un nuovo “Umanesimo Produttivo”.


Nel primo Vigneto Bio-Dinamico-Energetico (ultimo brevetto della famiglia Di Carlo) natura e uomo si fondono con l’energia cromo-terapica dei colori, per migliorare la biodiversità, la vitalità del terreno, le frequenze positive sulle piante e sui frutti, sulle persone, sugli animali e insetti utili.

Filosofia Produttiva della famiglia Di Carlo

Le produzioni certificate da A.I.A.B (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) nel 1991 e successivamente da I.C.E.A. (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale ) hanno permesso ad Agriverde e Vigna Madre di essere fra le prime cantine in Italia a credere e a scommettere su una nuova logica produttiva, etica, sostenibile e soprattutto salubre. Per questo, nel 1988 Giannicola Di Carlo ha convertito le proprie aziende al regime biologico, anticipando di qualche anno la prima regolamentazione europea sull’agricoltura biologica e imponendosi all’attenzione dei maggiori esperti del settore anche per le innovative pratiche agronomiche rispettose dell’ambiente: il SOVESCIO di piante leguminose (attraverso gli azoto-fissatori tubercoli-radicali micorizzati sull’apparato radicale), riescono a fissare l’azoto atmosferico nel suolo evitando il ricorso a fertilizzanti chimici di sintesi, o la lotta antiparassitaria “per confusione sessuale” che si basa sull’impiego di erogatori a feromoni che, emanati in vigna, portano al disorientamento dell’insetto e alla mancata riproduzione.

Da sempre all’avanguardia nella ricerca e nell’innovazione, le linee Bio di Agriverde e Vigna Madre sono inoltre certificate BIO-VEGAN perché prodotte senza sostanze di origine animale, sia in vigna, sia in cantina: per fertilizzare al meglio i nostri vigneti impieghiamo alghe ed acidi umici e, nei processi di chiarifica, non utilizziamo Albumina e Caseina (sostanze derivanti dalle uova e dal latte). Con la doppia certificazione garantiamo un rischio bassissimo di intolleranze alimentari, per il benessere delle persone e per preservare la salute del Pianeta.

Inoltre, il lavoro sulle basse rese, le vendemmie annuali, le vinificazioni senza aggiunte e le leggere filtrazioni ci permettono una maggiore sicurezza sul fronte della “NON SOLFOROSI”.

Tutti i processi di lavorazione sono certificati e controllati I.C.E.A. (Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale e N.O.P. (National Organic Program).

“Il vino è un prodotto vivo, figlio del luogo e della stagione prima e della cultura poi, è la sintesi perfetta del rapporto tra l’uomo e la natura, tra l’uomo ed un luogo esatto, è la possibilità di tradurre dei limiti in pregi, di interpretare un territorio attraverso la conoscenza e il rispetto della natura….”

Giannicola Di Carlo